0
0
0
s2sdefault

radio nandunti
di Jean Georges Almendras - Fotogallery

Bellissima atmosfera ed un’accoglienza che ci ha lusingato e ci ha permesso di esprimere noi stessi liberamente e spontaneamente. Siamo stati ospiti nel programma "Tiempo libre" di Radio Ñanduti di Asuncion condotto da Santiago Montes, maestro di cerimonia che ha coordinato un incontro inedito traboccante di simpatia.
Per quasi 60 minuti i giovani di Our Voice ed i redattori di Antimafia Dos Mil si sono rivolti a un’audience particolare, guidati in modo egregio da un professionista della comunicazione.
Lui ha curato personalmente l'intervista rendendo l’incontro coinvolgente e partecipativo. Si è parlato di teatro, della storia di Our Voice, dei problemi del mondo, dell’assassinio del giornalista Pablo Medina, della democrazia in cui viviamo (che poi tanta democrazia non è), e dell'opera teatrale "Democrazia"? che Our Voice porterà in scena all'auditorium della Manzana de la Rivera, mercoledì prossimo 16 ottobre alle ore 19.
Sonia Tabita Bongiovanni, direttrice e fondatrice di Our Voice, ha approfondito con il temperamento e la convinzione dei suoi giovani anni l'anima del Movimento, dalle sue origini fino ai nostri giorni.
Matías Guffanti, coordinatore di Our Voice per il Sudamerica, ha parlato degli ideali del Movimento.
La figlia di Pablo Medina, Dyrsen, membro di Our Voice, ha ricordato e reso omaggiò a suo padre, facendo anche una profonda analisi del contesto criminale e politico attorno alla morte di suo padre. Un'analisi profonda, convincente e coerente.
Da parte nostra abbiamo messo in evidenza l'arte teatrale di Our Voice in sé, affrontando anche la realtà sociale e politica del Paraguay e della regione, sintetizzando in questo modo l’essenza della sceneggiatura preparata per mercoledì prossimo.
Molti altri interventi hanno arricchito la serata di “Tiempo libre”. Patricio, Marta e Stefano. Ognuno ha dato il proprio contributo, in italiano o spagnolo, sempre con sorrisi e buon umore. Era presente anche Jorge Figueredo, direttore di Antimafia Paraguay, che in questa occasione non è intervenuto. Mentre Stefano scattava le foto.

Abbiamo condiviso momenti di umorismo, di riflessione, e di entusiasmo. Erano presenti tutti i presupposti per far sentire i giovani di Our Voice e noi come se fossimo a casa.
Alla fine, Santiago Montes, che aveva premesso che non avrebbe parlato in italiano, perché non era il suo forte, ci ha spiazzato riuscendo a capire gli ospiti italiani meglio di noi.
Un particolare che ha suscitato molte battute durante il programma. Santiago ha voluto esprimere riconoscenza e rispetto verso l’impegno di Our Voice, i suoi obiettivi, i suoi ideali a favore dei giusti e la richiesta di giustizia per il mondo estendendo questo riconoscimento, onesto e sincero, anche ad Antimafia.
Un programma indimenticanile che si è sinceramente sviluppato superando il suo obiettivo: contribuire alla promozione dello spettacolo, far conoscere il Movimento Our Voice e Antimafia.
Un programma indimenticabile, anche di promozione del prossimo spettacolo di Our Voice.
0
0
0
s2sdefault