0
0
0
s2sdefault

giulietto chiesa ph jacopo bonfili

Il nostro ricordo del grande giornalista Giulietto Chiesa

"Ciao Giulietto
Il tuo impegno, la tua resistenza, la tua Alternativa non è stata vana.
Oggi lasci a noi giovani l’intelletto, il coraggio, il sacrificio di una vita, una mente e un corpo dedicato alla lotta verso un mondo diverso.
Ti promettiamo che fino all’ultimo dei nostri giorni sarai lì, nel grido di giustizia che ci ha unito fin dal primo momento.
Nei tuoi occhi, continua a vedersi la speranza. A presto..
"

Our Voice



"Fin da bambina il tuo esempio e il tuo carisma mi sono rimasti impressi.
Oggi continua a brillare la tua forza e il tuo sarcasmo, la tua grande saggezza e soprattutto, il tuo amore per quella Resistenza che ti ha accompagnato fino all’ultimo dei tuoi respiri. Grazie per avermi preso per mano ed avermi accompagnato verso il cammino della verità. Per sempre. A presto Giulietto".

Sonia Bongiovanni




"Verità.
Sembra una parola scontata, per un uomo come te poi, che di verità ti nutrivi ogni singolo istante, che illuminavi le nostre vite con la gioia del vivere, con la passione di un Uomo Vero. Uomo proprio con la U maiuscola. Eh sì, perché in questo mondo, dove purtroppo di uomini veri se ne vedono ben pochi oramai, tu sei riuscito a portare un po' di luce. Macché un po' di luce, una Luce immensa direi.
E lo facevi con gioia, con amore, perché ammettiamolo, eri nato per questo. Ad ogni tua parola, ad ogni tuo pensiero, si associava quella brillantezza nei tuoi occhi, quella brillantezza unica, quella brillantezza di chi non gioca a dadi. Quella brillantezza che caratterizza tutti quegli uomini che ancora credono nella giustizia, che ancora credono in un mondo migliore, che ancora credono nel Vero. Quegli uomini che sono qui per aiutarci, non per ostacolarci, non per ingannarci, meno che mai per farci perdere tempo.
Ogni volta che spuntava un tuo nuovo video, mi emozionano, come un bambino, ero felice. E sarò felice ancor di più nel riascoltare nuovamente la saggezza che ci hai portato. No, non felice. Assolutamente non sarò felice, ma immensamente grato.
Grato perché mi hai insegnato, ci hai insegnato che non esiste cosa più pura, cosa più galante della Verità.
E non è che fossi aiutato, non è che tutti ti appoggiassero, anzi. Hai portato verità in un mondo che ama la menzogna, che ha sposato la menzogna, che ci va a nozze giorno e notte, e da cui purtroppo non si separerà mai. Un mondo che è quel che è, diciamocelo.
E io mi chiedo, chi te lo ha fatto fare, caro il mio Giulietto? Dove trovavi la forza per continuare a camminare, per continuare a lottare contro questa tempesta, che sembra spazzare via anche il più vigoroso degli uomini? In realtà sappiamo tutti la risposta, e si trova nel tuo cuore.
Grazie Giulietto, non smetteremo mai di ammirarti, non smetteremo mai di considerarti come un padre, un Padre Vero, di quelli rari".

Francesco Piras


"Giulietto, sei andato via anche tu. Come tutti gli eroi di questa dannata Terra eri solo in mezzo a vipere e serpenti, urlavi mentre tutti ti spuntavano addosso, non ti voltavi indietro nonostante eri l'unico ad andare contro vento.
Quanta rabbia abbiamo dentro, ora il male festeggia perché non ci sei più, perché tu dicevi la verità, tu puntavi il dito, facevi nomi e cognomi.
Noi prenderemo il testimone che ci hai lasciato e lo terremo stretto. Ma questa volta non saremo Uno, saremo tanti, saremo a centinaia a bussare alle porte, saremo migliaia a puntare il dito. Lo scudo che si formerà sarà gigantesco, infrantumabile. Tutti noi lo sosterremo, avanzeremo insieme. E questa volta chi sta in alto, chi sta sopra la nostra testa e gioca con le nostre vite, non festeggerà.
Noi esistiamo ancora, noi siamo ancora qui e siamo arrabbiati.
E tu esisti con noi Giulietto.
Quello scudo e quel testimone con cui noi combatteremo portano la tua firma e la firma di tutti i martiri e gli eroi di questa Terra.
Fino alla fine".

Marta Capaccioni



"Oggi se ne è andato un pezzo di noi, un eroe che grazie alla sua conoscenza a alla sua scrittura ci ha insegnato molto.
Grazie di tutto Giulietto, sarai sempre nei nostri cuori."

Asia Centofante

 

"Oggi mi sento più solo, se ne va via una parte di me, sono cresciuto con i suoi articoli, le sue analisi. Mi sento di dire fortuna che ci siete voi, che c'é Our Voice, non credo che altrimenti avrei retto ad una notiza simile, la solitudine mi avrebbe ucciso.Oggi un grande guerriero dell'informazione ci ha lasciato, non dimenticheremo mai il servizio che hai reso con amore e dedizione attraverso i tuoi scritti, le tue parole incisive, le tue sagge analisi sulla condotta della civiltà umana. Ciao Giulietto, spero avrai modo di ispirarci anche dal mondo luminoso in cui ti stai dirigendo, affinchè possiamo in queste tenebre, camminare nella verità, che tu hai sempre servito con onore."

Francesco Ciotti

"È un colpo duro, molto duro. Un fulmine a ciel sereno e in un modo o nell'altro ancora mi rifiuto di crederci e non me ne capacito. E mi sento davvero un pelo più sola in questa lotta. Una grandissima perdita quella di oggi. Oggi ci lascia non solo un grandissimo professionista ma anche un grandissimo Uomo che ha sempre lottato per la verità e la libera informazione. Un uomo giusto, brillante, colto, intellettuale, un Maestro. Una figura quasi paterna. Mi piaceva leggerti, mi piaceva ascoltarti. Vederti in live, seduto nel tuo solito posto a darci le news della settimana, a parlare di geopolitica, a darci la verità. Quella verità per cui hai sempre lottato, in cui hai sempre creduto nonostante la censura, le critiche, nonostante moltissimi ti andassero contro, nonostante tutto. È anche grazie a te Giulietto, se ho imparato tante cose nuove, cose che probabilmente non avrei mai saputo non seguendoti. E quindi per me è stato un grandissimo onore, un grandissimo piacere e una grandissima gioia l’averti potuto conoscere anche se mai di persona. I tuoi occhi pieni di luce, di grinta, davano forza anche a me, in questo mondo che cade a pezzi, in questo buio che ci circonda tu eri una luce immensa che mi dava la forza per credere e lottare ancora di più per un mondo migliore.  Oggi te ne vai ma assieme ai tuoi insegnamenti resterai sempre assieme a noi, nei nostri ricordi, nei nostri cuori. Andremo avanti, insieme. Avevi fiducia nei giovani e non ti deluderemo. Porteremo avanti quello che avevi iniziato, i tuoi ideali, il tuo pensiero, le tue lotte e continueremo a denunciare, a cercare la verità, e uniti, vinceremo. Grazie di tutto Giulietto. Fai buon viaggio."

Carlotta Becchi




"Mi dispiace che venga a mancare uno dei migliori giornalisti sulla faccia della terra. Tu, Giulietto, conoscevi tutta la realtà geopolitica; hai sempre scongiurato un conflitto nucleare e ci hai spiegato la concretezza di quello che sta avvenendo. Non dimenticherò mai le volte, un paio, che ti ho ascoltato dal vivo. L'ultima è stata con noi ragazzi di Our Voice che ti ascoltavamo ed alla fine ti abbiamo fatto domande; ci hai detto che siamo dei ragazzi in gamba.
Il tuo spirito che porta avanti le verità anche quando sembrano scomode continuerà a manifestarsi perché noi come ragazzi di Our Voice ci faremo portavoci della verità, di ciò che accade realmente nel mondo. Non ti dimenticheremo.
Ancora non mi sembra vero che tu sia morto. Andremo avanti più forti di prima, consci che avremo difficoltà ma che non ci arrenderemo. E combatteremo per quello che sognavi anche tu, un mondo migliore."

Gabriele Pappalardo

 

"Giulietto, con te se ne va una parte importantissima è essenziale della informazione italiana e del mondo. Eri per noi un punto di riferimento, un punto fisso, una luce di speranza nella diffusione della verità. Eri il migliore tra gli alleati per abbattere la foschia della falsa informazione, della manipolazione dell’ignoranza. La tua vita è valsa a molto, ha risvegliato anime e coscienze e anche ora che non sei più tra noi continuerai a farlo attraverso il patrimonio immenso di conoscenza che hai lasciato.
Noi continuiamo il nostro viaggio attorno al sole Giulietto, lo faremo attraverso il tuo esempio ricercando sempre la verità e diffondendola al mondo. Grazie"

Beatrice Boccali

 

 

"Voglio scrivere due righe su un fatto che mi ha scosso e che mi ha lasciato tanta amarezza e tristezza:la morte di Giulietto Chiesa.
Il motivo è semplice ed è sottomano a tutti,se si ha voglia di informarsi,perché la morte di oggi non è la morte di una persona che ha vissuto la sua vita seguendo gli ideali della massa e adeguandosi al sistema.
La morte di oggi è la morte di una persona,di un giornalista, che ha lottato fino all'ultimo dei suoi giorni per fornire alle persone informazione pura e veritiera a 360° a partire dalla politica fino ad arrivare alla geografia internazionale passando per molti tasselli.
È la morte di una persona che ha aggiunto,al solito studio teorico,la presenza in prima persona nei luoghi e nelle situazioni da lui descritte e trattate.
È la morte di un eroe,di un esempio per tutti noi,perché è un personaggio che nonostante abbia lavorato per vari canali televisivi e testate giornalistiche non si è mai lasciato corrompere e comprare da nessuno,poiché per lui era più importante la verità e la pura conoscenza dei fatti rispetto al dio denaro e altri stupidi ideali che molti consumisti portano avanti senza alcun tipo di problema.
Era un uomo che senza essere troppo esplicito rispetto a questo punto di vista o senza dirlo mai troppo apertamente seguiva una luce pura.
Una luce che quando la incontri e te ne innamori non riesci più a lasciarla andare perché ti penetra e diventa un qualcosa di tuo anche..questa luce è facilmente riconducibile all'amore ed a dio,come anche Giulietto ha dimostrato,mostrando un amore infinito nei confronti della libertà..
Detto questo, grande Giulietto, sei un esempio per tutti,porteremo avanti con onore la battaglia che tu hai iniziato e proseguito con tanta dedizione..
Continua il tuo viaggio in pace e con serenità,su questo pianeta hai fatto tutto ciò che era nelle tue possibilità..
Ciao GRANDE"

Angelo Lupo

 

"Ciao Giulietto,
purtroppo non ho avuto l'occasione di vederti tante volte...
Nonostante questo so che sei stato e rimarrai un maestro per tutti noi.
Ti ringrazio per aver diffuso il vero giornalismo.
Un saluto."

Francesco Sparacio

giulietto chiesa ph jacopo bonfili

 

"Caro Giulietto, era dicembre quando ho avuto modo di ascoltarti per la prima volta... Le tue parole mi hanno sorpreso, la mia testa era forse tanto piena di informazioni che avrei avuto bisogno di altri dieci incontri per metabolizzarle tutte, ma comunque il tempo era volato. Ed eccoci, pochi mesi dopo, siamo costretti a dirti addio. La notizia di stamattina mi ha colto di sorpresa e mi ha rattristata. Se ne va un guerriero che utilizzava la propria voce e la propria penna come "armi", tagliente e libero, coraggioso simbolo di resistenza. Non è facile salutarti, con te se ne va una parte di informazione libera, un esempio di ricerca della Verità oltre le critiche, i giudizi e le difficoltà. Oggi ci ha lasciato un grande uomo che ha sempre dato fiducia a noi giovani. E ora tocca a noi ricambiare il favore: come tu hai riposto e riponi fiducia in noi, noi continueremo questa battaglia con te e per te, ricordandoci del tuo esempio. Sono certa che tu ci osserverai e combatterai con noi come hai fatto sempre. Grazie di tutto. Ciao Giulietto"

Beatrice Goracci

 

"Ascoltarti ci ha fatto crescere, vederti è stata un emozione che farà parte di noi per sempre... Ciò che lasci in questo mondo vivrà per sempre, perché, comunque vada, lo hai reso un posto migliore. Fai buon viaggio Giulietto..
I giusti se ne vanno, le loro idee restano. Grazie dal profondo del nostro cuore".

Gabriele Scipioni e Valentina Coretti


Mai ti si potrà ringraziare abbastanza... 
Quello che sento è ammirazione, verso Uomini veri come te che hanno dedicato l intera vita alla verità, donandola al mondo contrastando quel sistema mainstream che altro non fa che divulgare menzogne, ingannando, per sporchi interessi di pochissimi... 
Mi sento onorato... perché ti abbiamo potuto conoscere e ricevere da te una lezione colma della tua conoscenza che ammirati ascoltavamo sperando non finisse mai... 
Mi sento di dovere la vita a Uomini come te che hanno lottato contro tutto e tutti per arrivare alla giustizia che tanto sembra essere rigettata da questa società ingiusta. 
Proseguiamo quindi il tuo cammino uniti, con il tuo esempio e quello di chi ogni giorno prosegue in questa lotta. 
Un "grazie" non basta, ma è quello che come minimo ti dobbiamo, consapevoli del fatto che per ringraziarti proseguiremo quella lotta che combattevi, dando noi stessi per colmare quella speranza che nutrivi nei giovani... 
Nuovamente grazie, infinite... 
 
Jacopo Casanova 
 
 

"Grave perdita,peccato!
Uno dei pochi giornalisti che i poteri occulti non hanno potuto comprare con il dio denaro. Che Dio ti accolga nella sua luce d’amore, grazie Giulietto."

Chiara e Francesca Iabichino



"Se la libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuole sentire".
Con queste parole di George Orwell voglio salutare quello che per tanti, me incluso, è stato, oltre che un grande professionista, un maestro di vita, Giulietto Chiesa. Anche se non ho potuto conoscerlo a fondo come tanto avrei voluto, Giulietto ha rappresentato per me e i miei compagni un faro in mezzo al buio. Giornalista indomito e uomo di rara saggezza, Giulietto Chiesa sapeva sempre individuare e denunciare all'istante le magagne del potere e forniva, a chi lo ascoltava, un'altra chiave di lettura rispetto a quella mainstream. Coloro che lo hanno conosciuto difficilmente dimenticheranno il suo carisma, il suo sguardo sottile, il suo grande sorriso, e la sua capacità di spezzare gli schemi e le logiche indotte dalla società odierna. In un mondo in cui il giornalismo è alla mercé dei regimi di potere, Giulietto Chiesa rappresentava un partigiano della cultura che ha risvegliato le coscienze di tanti.
Che la terra ti sia lieve caro Giulietto, oggi senza te siamo tutti un po' più soli."

Karim El Sadi


"Grazie a Te che hai trasmesso la verità per renderci liberi. Adesso tocca a noi giovani portare avanti i tuoi valori e quelli di tutti i giusti. Sei stato una grande guida, la tua saggezza sconvolgeva ogni volta che ti ascoltavamo parlare, ammirando sempre la tua forza e il tuo coraggio nel tramettere la verità dei fatti.
Un soldato oggi ci ha lasciato, ma rimarrà con noi per sempre perché questa guerra era e sempre sarà anche di Giulietto.
Hasta la victoria siempre!!!"

Julieta Jimena
 
 

"Ciao Giulietto, così lasci questo mondo, questa società per la quale hai dato la tua vita.
Le tue battaglie sono un esempio, un esempio che tutti dovrebbero imitare. Sei stato un vero guerriero dell'informazione, un generale della giustizia e della libertà di pensiero.
Ora tocca a noi continuare. Tocca a noi continuare a svegliare la gente, diffondere l'informazione giusta, senza se e senza ma... l'informazione che tu hai sempre garantito.
Sono sicuro che rimarrai per sempre una fonte di ispirazione per tutti gli assetati di giustizia.
Ciao Giulietto, nostro maestro
"

Samuele Sparacio

 

 
"Giulietto, tu empeño me ha inspirado siempre desde muy temprana edad, fuiste, sos y serás un sostén para todos los que siguen un camino de lucha social, de denuncia contra las injusticias de este mundo del cual partiste, dejandonos a todos con un corazón roto. Te recordaré toda la vida. Hasta siempre Giulietto."
 
Emilia Cardoso
 
 

"Giulietto,un giornalista ma prima di tutto un grande Uomo che ha passato la sua vita nella divulgazione della Verità e della Vera Informazione.
Sempre schierato dalla parte del popolo e dei giusti, un esempio di Resistenza per tutti noi.
Nei suoi occhi si leggeva positività e speranza nel genere umano e credeva nei giovani, di come essi potessero portare il cambiamento in questa società malata.Ti ringraziamo infinitamente grande Uomo.Noi continueremo uniti e insieme nella lotta.
Hasta la Victoria, Siempre Siempre Siempre! A presto."

Cinzia Ascari

 

"Caro Giulietto,
Io ti ringrazio per l'esempio che ci hai saputo donare. Ogni giorno tu combatteva per il tuo ideale e non l'hai mai perso di vista. Sei stato unico nel tuo lavoro come tutti quelli che ti seguivano e che ti seguono tuttora, nonostante che tu te ne sia andato. Non dimenticherò mai la forza e la presenza che donavi. Resterari per sempre nel mio e nel cuore di tutti. La tua morte ci ha lasciati sconvolti ma noi non ci arrendiamo. Noi continueremo a combattere e tu ci darai la forza per continuare. Ormai il tuo tempo è venuto e il tuo compito l'hai portato a termine, ora puoi riposare in pace.
Una preghiera dal cuore."

Mattia Lautieri

 

 "Si vedeva nei suoi occhi la speranza gliela vedevo ogni volta che parlava e nel vederla mi rendeva serena era lì in quei momenti che capivo che non eravamo soli.
È e sarà sempre una voce di verità un esempio una guida."

Chiara Lautieri, 13 anni 

 

"Oggi se n'è andato uno dei pochi uomini di questa terra che servivano la Veritá: Giulietto Chiesa. Un guerriero dell'Informazione libera, vera.
Grazie per tutto quello che hai fatto Giulietto, la tua voglia di cambiamento di questa societá marcia e il tuo sguardo pieno di speranza ci accompagneranno sempre. Continueremo a lottare a favore della Verità e della Giustizia anche per te!
"

Nico Di Sante

chiesa bongiovanni fermo big p2 c jacopo bonfili

 

"Oggi abbiamo perso una guida, un faro nell'oscurità delle menzogne in cui viviamo.
Ma ciò che rimarrà immortale è l'esempio.
Il tuo insegnamento giace dentro tutti coloro che ti hanno seguito, come un seme che un giorno sorgerà all'alba di un mondo migliore.
Tu sei uno dei padri fondatori di quel mondo, e sarai presente quel giorno.
Si, perchè sarai dentro il cuore di coloro che ne raccoglieranno i frutti.
Grazie per sempre"

Albert Ifrim

 

"Un po' più soli, ma un po' più forti.
Questa notte ti hanno abbracciato gli angeli per portarti via, da questa terra che non fa distinzioni. Giornalista senza vene e senza nervi, senza peli sulla lingua, senza macchie e senza paura. Affrontavi la vita a testa alta, ed il dito puntato. Un soldato della giustizia, l'amante della verità, verità scomoda che non passa per la televisione, verità crudele e sanguinaria. Oggi siamo un po' più soli in questa lotta, ma un po' più forti per te Giulietto che non ti sei mai tirato indietro, per te che non ti sei fermato. Era solo ieri che ascoltavo la tua voce, la tua saggia risata, che non accompagnerà più le mie giornate e i nostri studi. Grazie per aver combattuto fino alla fine. Grazie per essere stato un esempio, la dimostrazione che il cambiamento esiste e che parte da noi."

Elisa Pagano

 

"Ciao Giulietto,
Oggi che te ne vai in un giorno cosi importante non e un caso ma l'ennesimo segno che ci lasci per capire tutti i nostri errori nel giorno dalla commemorazione del Disastro di Cernobyl.
Ti ringraziamo per averci fatto riconoscere la vera e importanza della libera informazione, con la tua opera di grande giornalista, abbiamo scoperto cos'è realmente la verità.
Vedendo la tua vita dedicata in gran parte alla divulgazione abbiamo capito la grandezza del tuo verbo e l'importanza delle informazioni che ci hai lasciato, sei un esempio per tutti noi.
Ascoltando le tue parole di libertà che i media mainstream ci nascondono da tempo, sempre avanti andremo portandoti nel cuore e studiando tutti quegli articoli di verità che ci hai lasciato.
Grazie di tutto caro Giulietto."

Marco Macchiavelli

 

"Hai basato la tua vita sull'utopia di un cambio, gridando per far prendere coscienza alle persone...
Grazie per averci indicato la via, per aver dedicato ogni tua singola goccia di energia al bene superiore, al miglioramento di una società sbagliata e sopratutto alla denuncia del potere occulto che la rende tale!
Il tuo esempio ci ha guidato per anni e continuerà a farlo, noi continueremo il tuo progetto, faremo si che il tuo sogno diventi realtà.
GRAZIE GIULIETTO! Per sempre."

Davide Bonfigli

 

"Ascoltando i tuoi discorsi, da sempre mi hai permesso di avere chiari gli avvenimenti del mondo. Ripensando al tuo sguardo, oggi che sei andato via, mi è arrivato un forte magone al cuore ed ho pensato : "un grande guerriero ci ha lasciati".
Quel senso di libertà, di giustizia e di solidarietà, espressi con l'immensa divulgazione che hai portato avanti per tutta la vita, rimarrà per sempre impressa nei nostri cuori. Grazie Giulietto."

Giovanni Battista Capanna Piscè

 

"Ciao Giulietto,
Non so se essere arrabbiato o felice per la tua partenza, per il tuo ritorno da un mondo falso e crudele. Sono consapevole che tu sei comunque qui con noi e che anche adesso farai di tutto per aiutarci a servire la verità. Non ti nego però che per un istante mi son sentito solo, che un pochino, per egoismo ho pensato che non dovevi andartene ancora, perché ancora abbiamo bisogno di te.
Grazie per tutto quello che sei Grazie per tutto quello che hai fatto e per l'inestimabile eredità di insegnamenti che ci hai lasciato.
Continuerò a imparare da te."

Francesco Iovinelli

 

"Giulietto Chiesa, un grande uomo appassionato della verità, i suoi occhi non mentivano, le sue azioni lo confermavano, sempre in prima linea.
Non dimenticherò mai tutte quelle volte che ascoltandoti hai infiammato il mio petto, m'hai agguerrito lo sguardo.
Un grande esempio di libertà intellettuale, coraggioso e intenzionato a condividere la conoscenza con chi ne fosse stato interessato.
Un abbraccio grande, grazie infinite per tutto."

Lorenzo Capretta

 

 

"Esta mañana apenas desperté me llegó esta noticia, no lo puedo creer pensé, esto no puede ser cierto ¿Y ahora qué? No dejaba de hacerme esa pregunta, luchar es la única respuesta, seguir y seguir igual que como lo hizo Giuletto. El nos dejó este ejemplo con su vida, nosotros tenemos que obligarnos a intentar comprender y estudiar todo lo que el sabía, que sus horas "culo" de estudio no sean en vano, hoy más que nunca tenemos que leer, estudiar, hacer arte y crear como Giulietto nos enseñó, en cierta manera tenemos que imitarlo. Chau maestro, maestro eterno te amamos, hoy más que nunca tomamos en nuestras manos esta lucha aunque no seamos dignos, es necesario porque no hay tiempo. Hasta la victoria siempre!!!"

Ramiro Cardoso

 

"Despierto y veo esta noticia. Inesperada, inimaginable. Un guerrero se fue, un periodista que estudió, investigó, luchó y difundió la verdad. Siempre cerca de nosotros, cuántas veces nos nutrió de conocimiento y de contenido para avanzar en la lucha contra la injusticia y por la lucha de la verdad... Tu huella queda en nosotros, que tomamos la posta y seguimos adelante. Gracias Giulietto!! Hasta la victoria siempre"

Victoria Camboni

 

"Questa notte ci hai lasciati, nel silenzio, dopo aver gridato per una vita intera per soddisfare il nostro bisogno di verità. Ti saremo per sempre riconoscenti per la tua lotta che porteremo avanti. Grazie per il tuo immenso coraggio nello smuovere le coscienze delle persone in nome della libertà. Sei stato, e sempre sarai, il vero giornalismo che oggi nel mondo è raro trovare, una guida per noi giovani nella comprensione di questo mondo difficile. Continua a farci luce da lassù."

Victoria Conforto

 

"Caro Giulietto,
anche oggi "il mondo si è svegliato con uno scoop", come tanto ti piaceva dire nelle tue video inchieste. Ma questa volta non si tratta di Siria o America: riguarda te. Ci hai lasciati inaspettatamente e capacitarsene ancora è difficile. Ieri ho ascoltato quello che, con il senno di poi, è diventato il tuo ultimo intervento in diretta, ed oggi sto scrivendo in tua memoria al passato. Si potrebbe dire che ieri ci hai trasmesso il tuo testamento spirituale. Ma ti voglio ricordare come sempre: solare e sorridente con quel pizzico d'ironia che ti contraddistingueva. Attento scrutatore nelle tue ricerche e giornalista d'inchiesta "rompicoglioni" perché scomodo al sistema, come il tuo caro amico Lorenzo Baldo (di ANTIMAFIADuemila) ti ha ricordato oggi.
Oggi pochissimi media mainstream ti stanno ricordando, ma d'altronde cosa aspettarsi caro Giulietto? Se mai leggerai questo messaggio sono sicuro che a questa domanda riderai da lassù e al solito tuo dirai: "Beh c'era da aspettarselo". Oltre ad essere stato un grandissimo giornalista e scrittore per me eri anche un amico, un fratello e un compagno di battaglie. Un maestro che stimavo e rispettavo, da cui traevo insegnamenti. Un esempio di vero e sano giornalismo. Un uomo con la schiena dritta che nonostante l'età ha continuato a lottare fino alla fine per risvegliare le persone andando contro un sistema marcio. Tutto perché avevi fiducia in noi giovani e nella nostra capacità di cambiare al meglio le sorti del mondo. Come disse Luis Sepúlveda, un altro mentore con cui sicuramente starai chiacchierando, "I miei sogni sono irrinunciabili, sono ostinati, testardi e resistenti". E tu, come lui, eri un grande sognatore.
Caro Giulietto ti voglio ricordare così, a testa alta e alla ricerca costante della verità con i tuoi compagni di viaggio di sempre: gli occhiali, la penna e i tuoi instancabili baffi di pura saggezza.
Addio Maestro, un giorno ci riabbracceremo e continueremo a chiacchierare sulla Palestina sperando che quel giorno sarà una terra libera ed il mondo un posto migliore.
Grazie in eterno, un tuo piccolo allievo."

Jamil El Sadi

 

"Ciao Giulietto, quest’oggi vivo questo giorno con un colpo al cuore, lostesso che il giornalismo libero ha avvertito nel momento in cui la tua vita si è spenta, perché quello che tu hai detto e denunciato rendeva questa nostra Italia degna del suo onore. E proprio per questo molto spesso, alcune persone non capivano la verità da te pronunciata. Spero che con la tua perdita quelle persone potranno tornare sui loro passi, per comprendere la ricchezza del tuo lavoro. Sei un vero e proprio partigiano, che con il suo umile e silente lavoro, ha saputo rendere onore al patto di valori sanciti nella nostra Costituzione, che costò morte e sangue. Grazie per tutto ciò di meraviglioso che hai dato a questo mondo, grazie per aver creduto fino alla fine e di non aver mai tradito l’integrità morale di quel valore, amore che muoveva il tuo cuore, che sapeva commuoversi, esprimendo tutta la sua umanità."

 Davide De Bari

 

"Vorrei che fosse più semplice trovare le giuste parole per un ultimo saluto.
Sento, nel profondo del cuore, che nulla di ciò che io possa scrivere renderà giustizia alla vita di un uomo dedito alla verità cruda, assoluta e certamente scomoda che ognuno di noi ha davanti ai propri occhi ma che troppo spesso sceglie di non guardare.
Gli occhi di Giulietto Chiesa erano più che aperti, erano spalancati di fronte alla corruzione e al male che cerca di infettare questo mondo.
Non posso capire il dolore di chi in questa lotta ti è sempre stato accanto, di chi nella sua vita ha condiviso il proprio amore col tuo, di chi in te ha trovato un maestro...posso solo ricordare che le tue parole risuonavano come certezze nel mio cuore e salutarti con un arrivederci augurandoti il tuo meritato riposo fino alla prossima battaglia."

Martina Caronia

 

"Se ne va un rivoluzionario, un soldato della giustizia, un giornalista con la G maiuscola, un ricercatore della verità in un mondo di ipocrisia.
Se ne va un Uomo Libero.
Grazie per essere stato una luce in mondo di falsità. Ci hai trasmesso la speranza per un mondo giusto, ci hai spinto a essere ogni giorno guerrieri della Verità e ci hai trasmesso le armi della conoscenza con le quali continueremo la nostra Resistenza.
Hasta la Victoria Siempre!
Ciao Giulietto, resterai sempre nelle nostre menti e nei nostri cuori, a lottare insieme a noi."

Sofia Capaccioni

 

"Ciao Giulietto,
Sai ancora non riesco a realizzare che realmente non ci sei più..non mi sembra vero che un uomo come te capace di lottare come noi, capace di credere in noi giovani e di insegnarci tutto ciò che la televisione ad oggi ci vuole nascondere se n’è andato via così..non mi resta che ringraziarti per averci regalato degli insegnamenti e adesso che non ci sei più siamo pronti a prendere le tue redini con la consapevolezza che quelle redini dall’alto le terrai strette insieme a noi per guidarci ogni giorno alla scoperta della verità senza arrendersi mai.
Grazie Giulietto... a presto."

Tanya Merra

 

 

Foto © Jacopo Bonfili

 

0
0
0
s2sdefault